Segno del : il tribunale è a causa di fermata e dovrebbe ricatturare alle 13:30 PT. Ricontrolla a la mascheramento a causa di diretta dell’colloquio.

SAN DIEGO – Lunedì è proseguita l’colloquio a Larry Millete, l’soldato nato da Chula imputato nato da aver ucciso sua Maya “Maya” Millete, sparizione dal gennaio 2021.

Maya è stata luce l’ultima successione il 7 gennaio 2021, consecutivo alla dimora nato da casa nell’ 2400 nato da Paseo Los Gatos a Chula . È situazione denunciato la sparizione per sua religiosa paio giorni poi.

Poi un’colloquio , quale inizierà l’11 gennaio, un arbitro determinerà dal momento che ci sono prove sufficienti a serbare un causa.

Una cronaca degli eventi quale hanno preceduto e codazzo la sua sparizione è benevolo in questo luogo.

Venerdì è situazione rilasciato un filmato nato da vigilanza quale rassegna l’ultima successione quale Maya è stata luce viva. Il televisione riprodotto all’epoca di il tribunale rassegna Maya quale accompagnamento la sua Jeep Wrangler Rubicon a dimora sua a causa di Paseo Los Gatos a Chula accanto alle 16:45 del 7 gennaio 2021.

Il detective della pubblica sicurezza nato da Chula Jesse Vicente ha testimoniato quale credeva quale Larry avesse ucciso sua , Maya. Vicente ha indagato su certi dei televisione nato da vigilanza del consecutivo a indagare eventuali movimenti nell’intimo e accanto alla dimora nato da Millete.

Alle 5:59 dell’8 gennaio 2021, più in là nato da 12 ore da quando Maya è stata luce strare a causa di dimora, Larry è situazione sbottare dalla essi dimora e attuare retromarcia per mezzo di la essi Lexus (quale periodo ormai ammissione nel vialetto), più in là consecutivo al . . Passò qualche delicato a girarci accanto, chiuse a carattere il mezzo e guardò all’casalingo.

Ai fianchi alle 6:45, le telecamere hanno ripreso la Lexus nera quando usciva nato da dimora e né ciò hanno ripreso a ricondurre a dimora perfino alle 18:06 nato da quella serata.

L’colloquio dovrebbe questa settimana, una successione quale testimonierà l’conclusivo attestazione dell’critica.

source:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

}